Entro il 2020 i gas fluorurati, impiegati in frigoriferi e condizionatori, dovranno scomparire. Lo ha deciso il Parlamento europeo nella seduta del 19 giugno.

La Commissione dell’Europarlamento è ben decisa di proseguire sulla strada dell’eliminazione completa dei gas HFC tra il 2015 e il 2020. La speranza è quella di ridurre l’uso di questi potenti gas serra al 16%, rispetto a quello attuale,  entro il 2030. “Il voto di oggi – ha commentato l’eurodeputato dei Verdi, l’olandese Bas Eickhout – rappresenta un passo importante nella lotta contro il cambiamento climatico.

Dal 1990 ad oggi in Europa le emissioni di gas fluorurati ad effetto serra sono aumentate del 60% . Vietare l’uso di questi” gas super-serra “di refrigerazione e di condizionamento d’aria è quindi urgente”.

Tra le altre novità proposte dal Parlamento europeo c’è quella che riguarda l’introduzione di una tassa per i produttori, fino a 10 euro per tonnellata di CO2 equivalente per gli HFC che utilizzano, allo scopo di incentivare l’innovazione e il passaggio a forme di energia pulita.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO
Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi