Anche per gli impianti di climatizzazione al via dal 1° giugno i nuovi obblighi per la documentazione relativa agli apparecchi. Sanzioni fino a 6 mila euro per gli inadempienti.
A partire da giugno 2014 infatti, con la pubblicazione del decreto ministeriale del 10 febbraio 2014, scatta l’obbligo di dotazione dei nuovi modelli di libretto impianto (in allegato), validi non solo per la climatizzazione estiva, ma anche per tutti i sistemi di condizionamento,teleriscaldamento e cogenerazione.
QUALI SONO INTERESSATI
II libretto di impianto deve essere presente per tutti gli apparecchi mentre il rapporto è obbligatorio solo per i sistemi soggetti a verifiche periodiche, cioè di riscaldamento con potenza maggiore di 10 kw e icondizionamento di potenza maggiore di 12 kw.
COSA E’
Il nuovo libretto di impianto, che è una sorta di carta d’identità dell’apparato, è costituito da un modello unico, personalizzabile costituito da tante schede, usate e assemblate in funzione degli apparecchi e componenti dell’impianto, che vanno adeguatamente compilate dal tecnico abilitato. Il documento dovrà anche riportare la scheda identificativa dell’apparecchio, nella quale vanno indicati la tipologia di intervento, l’ubicazione e la destinazione d’uso dell’immobile, i servizi che soddisfa e l’anagrafica del responsabile d’impianto. Infine, andranno indicati anche i risultati della prima verifica effettuata dall’installatore e di quelle successive effettuate dal manutentore.
I libretti esistenti vanno comunque conservati e allegati al libretto unico, ad opera del responsabile dell’impianto.
COME FARE
Il libretto è dunque compilato per la prima volta dall’installatore e poi aggiornato dal manutentore o dalresponsabile dell’impianto, che nei piccoli impianti è l’utente stesso mentre in condominio può esserel’amministratore o la ditta abilitata da questi delegata. Questi dovrà stampare il libretto (allegato) e trascrivere sulla prima pagina i dati identificativi dell’impianto così da consegnarlo, all’atto del controllo, al manutentore per l’aggiornamento.
RAPPORTO DI EFFICIENZA ENERGETICA
Lo stesso decreto prevede anche il Rapporto di Efficienza Energetica, che va redatto al termine degli interventi di controllo e di eventuali manutenzioni, in particolare per gli impianti termici di climatizzazione estiva di potenza utile nominale maggiore di 12 kw, con o senza produzione di acqua calda sanitaria. Qui viene indicato anche il risultato dei controlli, che devono essere conformi a quanto indicato dal decreto presidenziale numero 74 del 2013.
Per evitare di incorrere in sanzioni è bene mettersi in regola il prima possibile, stampando il nuovo libretto. Iprossimi controlli su caldaie e impianti di climatizzazione, infatti, saranno eseguiti in base ai nuovi certificati.
Come F&M Condizionamento stiamo predisponendo il certificato di efficienza energetica per i nostri clienti con contratto di manutenzione.
Quanto prima lo invieremo per poter adempiere agli obblighi di Roma Capitale.
 
F&M CONDIZIONAMENTO SOC. COOP. Via Gesico, 2 – 00163 ROMA
Tel./Fax 06.65771474
Cell. 331.3252255

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO
Più informazioni

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy

Chiudi